I Microrganismi Effettivi

Cosa sono i microrganismi Effettivi (EM)?

I Microrganismi Effettivi, o EM, è una composizione formata da microrganismi provenienti da tredici ceppi, prevalentemente Lattobacilli, Lieviti e Batteri Fotosintetici,  impiegata per irrobustire e indirizzare positivamente la microbiologia di ogni ambiente, da quello domestico a quello agricolo, per avviare un processo di rigenerazione e di profilassi contro fenomeni degenerativi o patologici. Questi lavorano in sinergia con i microrganismi benigni già presenti nell’ambiente, eliminando i microorganismi nocivi e procurando effetti benefici e rigeneranti sull’ambiente e gli essere viventi che lo abitano.

Come funzionano i Microrganismi Effettivi?

Per comprendere come lavorano gli EM, innanzitutto è necessario dividere i microrganismi in tre gruppi: “negativi”, responsabili della deteriorazione; “positivi”, responsabili della rigenerazione; e “neutri” o opportunisti, i quali assumono il comportamento dell’uno o l’altro gruppo a seconda delle condizioni in cui si trovano.

E’ proprio su questi che si basa il  funzionamento dei Microrganismi Effettivi, infatti gli EM bilanciano la quantità di microrganismi positivi, influenzando positivamente i microrganismi opportunisti, e facendogli abbandonare il comportamento negativo che questi sono soliti assumere in ambienti ricchi di microrganismi negativi.

La prevalenza di microrganismi positivi (e opportunisti) porta all’attivazione dell’abilità rigenerativa dei microrganismi, abilità capace di causare un miglioramento nella qualità della terra e favorire il processo di auto-purificazione dell’acqua.

Da chi ha avuto inizio tutto?

I microrganismi sono i primi esseri viventi apparsi sul nostro pianeta, da loro ha avuto origine tutto, per questo motivo il Dr. Higa decise di studiane le potenzialità.

Teuro Higa (1941, Prefettura di Okinawa, Giappone) è l’agronomo e microbiologo scopritore della combinazione di microrganismi conosciuti come EM. Diplomatosi alla facoltà di Agraria dell’università di Rykyus, luogo dove tornerà come docente e scoprirà gli EM, dopo una laurea presso la facoltà di Ricerche Agrarie dell’università di Kyushu.

Fu proprio durante il suo dottorato in Agronomia che si interesso ai microrganismi; infatti, durante delle ricerche sulle piante di mandarino, il Dr. Higa poté notare un progressivo peggioramento della sua salute, dovuto al continuo contatto con fertilizzanti e pesticidi chimici utilizzati sulle piante.

Dopo questo episodio egli decise di concentrare le sue ricerche sulla scoperta di un’alternativa naturale ai prodotti chimici impiegati nell’agricoltura; fu così, che quasi per caso, scopri gli EM.

Una volta tornato all’università di Rykyus come docente, il Dr. Higa conduce alcuni esperimenti e ricerche con l’ausilio di microrganismi innocui, che una volta utilizzati era solito raccogliere in un unico secchio, di cui avrebbe poi buttato il contenuto. Pensando a quale spreco fosse buttare via i microrganismi, il Dr. Higa decise di versare il contenuto nel secchio sul prato dell’università; dopo una settimana era evidente la differenza tra l’erba cresciuta nel punto in cui il secchio era stato versato, e quella circostante, allora il Dr. Higa capì che ciò che stava cercando era una combinazione di microrganismi, e nel 1980 riusci finalmente a scoprire gli EM.

 

Il potere dei Microrganismi Effettivi

Purtroppo solo recentemente sono state condotte delle ricerche sul potenziale degli EM, nonostante questo i Microrganismi Effettivi hanno già contribuito a diminuire l’inquinamento in molti paesi orientali.

Paesi come la Thailandia, dove gli EM vengono regolarmente utilizzati sostenere un’agricoltura eco-sostenibile; o la Malesia, dove questi vengono annualmente sparsi in fiumi e laghi per facilitare il processo di auto-purificazione delle acque inquinate; dovrebbero essere d’ispirazione al mondo occidentale, dove il continuo utilizzo di sostanze chimiche sta danneggiando l’intero ecosistema.

Gli EM potrebbero essere l’arma più potente contro alcuni dei problemi che affliggono il nostro pianeta e l’uomo; inquinamento, indebolimento del sistema immunitario e crisi alimentare potrebbero giungere a loro epilogo.

Ci hanno fornito i mezzi, ora sta a noi scegliere di usarli.

 

Fonti:

Embio

www.italiaem.it

www.emrojapan.com

www.orariocontinuato.it

 

 

 

Leave a comment